Miglior Metal Detector Economico ma Buono

Miglior Metal Detector Economico ma Buono

Devo acquistare il mio primo cercametalli e voglio un metal detector economico ma buono. Probabilmente, se si vuole iniziare questo hobby, questa è una delle domande che ti poni con più frequenza.

 

Miglior Metal Detector Economico Oggi

Bestseller No. 1
Nokta Makro Simplex Metal detector impermeabile con bobina da 28 cm
  • IP68: si può immergere completamente fino a 3 metri ed è sigillato dalla polvere.
  • Volume del ferro: la sensibilità al basso contenuto di ferro può essere regolata o azzerata.
  • Discriminazione dei sensori: rileva e identifica i metalli indesiderati.
  • Modalità di ricerca: tutti i metalli/in un campo/al parco/in spiaggia.
  • Favolosa illuminazione per uso notturno e subacqueo: il Simplex+ ha tutto ciò di cui avete bisogno, retroilluminazione LCD, retroilluminazione del tastierino e torcia LED.

Abbiamo deciso di aggiornare questo articolo che parla del miglior metal detector economico. E’ obbligatorio dire le cose come stanno, senza fronzoli. Da circa un anno è uscito sul mercato un nuovo metal detector, molto economico per le caratteristiche possedute. Stiamo parlando del Nokta Makro Simplex+. E’ un ottimo metal detector che può essere acquistato intorno ai 290€ ma che spesso, grazie ad alcune promozioni, è possibile acquistarlo anche a meno. Se il tuo budget è intorno ai 300€ non perdere altro tempo, scegli il Simplex+ e sicuramente non te ne pentirai.

 

Fino a due anni fa…

C’è chi dice che in questo caso, come in tanti altri, “chi più spende, meno spende”. In effetti, per ottenere delle prestazioni ottimali è necessario spendere delle cifre importanti, cioè dai 300 euro in su.

Solitamente, più costa l’apparecchio, migliori saranno i risultati ottenibili, in quanto dovrebbe essere dotato di maggiori potenzialità. Esistono infatti modelli da 500 euro che offrono ottime prestazioni e quelli che superano, anche di tanto, i 1.000 euro e sono dei veri e propri modelli professionali.

Alcune di queste cifre sono davvero importanti e non sono alla portata di tutti. Inoltre c’è da considerare il fatto che un principiante potrebbe essere indeciso se questo sia davvero l’hobby che farà al caso suo e pertanto la scelta di acquistare un modello professionale e spendere tanti soldi diviene alquanto complicata. Soprattutto il principiante quindi, quando deve acquistare il suo primo cercametalli, è alla ricerca di un metal detector economico.

Secondo il mio parere personale, si tratta della scelta migliore. Anche con un modello economico, ma buono, è possibile iniziare le ricerche ed ottenere delle belle soddisfazioni. Se parliamo di modelli economici, subito la mente viaggia verso i modelli cinesi. Consentono di risparmiare, ma solitamente le loro prestazioni sono davvero deludenti.

Bestseller No. 1
Maxxistore® - Xp Xplorer metal detector Deus 2 FMF multifrequenza (Piastra da 9"/22.,5)
  • Cosa comprende l'offerta:
  • nr. 01 Xp Xplorer metal detector Deus II FMF multifrequenza (Piastra da 9"/22.,5)
  • nr. 01 Cuffie WS6
  • nr. 01 Cavo di ricarica
  • nr. 01 Cover telecomando RC

La scelta ideale quindi non dovrà solo riguardare il prezzo, ma dovrà anche garantire un minimo qualitativo del prodotto che andiamo ad acquistare. Per avere un prodotto decente è necessario spendere almeno 150 euro. Intorno a questo prezzo (a volte con una buona offerta anche a meno) troviamo solitamente il Garrett Ace 150, il Bounty Hunter Discovery e il Viking Vk10. Un prodotto sicuramente migliore può essere acquistato se il proprio budget di spesa consente di spendere sino a 200 euro. In tal caso, i modelli consigliati sono il Garrett Ace 250, il Teknetics Alpha 2000 e il Fisher F2.

Se cercate un buon compromesso tra un metal detector che può offrire delle prestazioni soddisfacenti ed il prezzo di vendita, scegliete uno di quelli appena proposti (Ace 250, Alpha 2000, F2). Entrambi i modelli appena citati consentono al metal detectorista di poter usufruire della funzione discriminante.

Questa funzione permette di scegliere se eliminare uno o più tipi di metallo durante la fase di ricerca. Se per esempio dovessimo discriminare il ferro, qualora il cercametalli dovesse individuare un oggetto in ferro, questo verrà rilevato ma non verrà emesso alcun segnale acustico.

Se siete dinanzi al primo acquisto, evitate di spendere soldi inutilmente acquistando apparecchi dalle grandi prestazioni. Il consiglio principale è quello di acquistare sempre apparecchi dei grandi marchi, in modo tale da poterlo rivendere facilmente come usato nel caso in cui si dovesse scoprire che questo hobby non fa al caso nostro o se magari si decide successivamente di voler passare ad un modello di fascia superiore.

Per iniziare è preferibile acquistare un modello fornito di pinpoint. Tale funzione consente al detectorista di centrare con maggiore precisione il luogo in cui è presente il target nel terreno e consente quindi di effettuare delle buche più piccole.

 

Metal Detector Professionale

Chi più spende, meno spende. Quante volte avrai sentito questa frase? Ebbene, anche nel settore dei cercametalli, o se preferisci metal detector, questo motto vale sempre o quasi. Esiste un’ampia gamma di metal detector, chi acquista spesso va in panico perchè non ha idea di quale modello scegliere.

Se sei un novizio, cioè se sei nuovo in questo settore, un metal detector basilare potrebbe andare più che bene. Ma se vuoi già partire alla grande ti consiglio di puntare al Nokta Makro Simplex+ un metal detector per principianti con prestazioni eguagliabili ad uno di categoria superiore.

Se invece punti ad un metal detector professionale, ti consiglio di dare uno sguardo al Nokta Makro Impact, al Nokta Makro Anfibio e al XP Deus. Queste tre sono macchine professionali che si adattano a più o meno tutti i tipi di ricerca. C’è da dire però che esistono tanti altri modelli che funzionano molto bene e che se la cavano benissimo in alcuni contesti specifici. Per esempio, per chi vuole effettuare prettamente ricerche di militaria di solito si consigliano i metal detector della CScope.

Bestseller No. 1
Maxxistore® - Xp Xplorer metal detector Deus 2 FMF multifrequenza (Piastra da 9"/22.,5)
  • Cosa comprende l'offerta:
  • nr. 01 Xp Xplorer metal detector Deus II FMF multifrequenza (Piastra da 9"/22.,5)
  • nr. 01 Cuffie WS6
  • nr. 01 Cavo di ricarica
  • nr. 01 Cover telecomando RC

Metal Detector Usato

Conviene comprare un cercametalli usato? Si in alcuni casi se il prezzo è allettante. No se non si conosce il venditore ed ora ti spiego meglio il perchè. I metal detector sono dei prodotti molto delicati, se non sono stati trattati con le dovute accortezze c’è il rischio che qualche componente sia danneggiato. Se si conosce quindi la persona che lo ha utilizzato e si è certi che lo abbia trattato sempre egregiamente, acquistare un cercametalli usato a buon prezzo potrebbe rivelarsi un buon affare. Al contrario, se non si conosce la persona da cui si acquista l’usato, si correrà il rischio di andare incontro ad alcuni problemi. Quest’ultimo discorso però decade se il metal detector usato vi viene venduto in garanzia.

 

Metal Detector è Legale o Illegale?

Zone Vincolate

Utilizzare questo apparecchio in Italia e legale? In genere, potremmo affermare che, tale macchinario può essere utilizzato su tutto il territorio nazionale tranne che nelle zone vincolate. Cosa si intende per zone vincolate? Le aree a vincolo sono dei luoghi dove l’utilizzo della cercametalli è proibito.

Secondo le leggi nazionali, in Italia, il metal detector può essere utilizzato ovunque tranne che nelle aree sottoposte a vincolo archeologico. Questo significa che se una zona è archeologica, non sarà possibile utilizzare in tale area il nostro compagno di ricerche.

Bisogna quindi prestare la massima attenzione prima di effettuare qualsiasi tipo di ricerca. Sarà quindi necessario informarsi per bene su quelle che sono le zone protette da questo tipo di vincolo presenti nella propria zona. L’Italia infatti è ricca di storia e quindi è molto facile imbattersi in una zona protetta.

 

Come Riconoscere ed Evitare una zona Archeologica

Come facciamo quindi a conoscere se possiamo o meno effettuare le ricerche in un determinato luogo? Per conoscere tutte le zone archeologiche non possiamo affidarci ai classici cartelli stradali dedicati turisti. Avete presente quei cartelli presenti sulle strade principali con sfondo marrone che indicano la presenza di una zona archeologica? Quelli sono dei cartelli dedicati ai turisti che indicano esclusivamente le zone archeologiche più importanti. In realtà esistono tantissime zone non segnalate nei cartelli.

La legge però, come ben sai, non ammette ignoranza e quindi è necessario conoscere il giusto metodo che ti permetterà di conoscere quelle che sono tutte le zone protette dal vincolo archeologico. Principalmente esistono due metodi: il primo è quello di verificare se la Regione o il Comune della località che ci interessa ha un piano paesaggistico territoriale on-line; il secondo è quello di recarsi di persona presso l’ufficio urbanistica del Comune interessato e richiedere una copia del piano paesaggistico territoriale detto anche PPTR.

 

Vincoli Paesaggistici

Una volta ottenuto questo documento dovrai valutare non solo i vincoli di tipo archeologico ma anche i vincoli paesaggistici naturali. Di cosa si tratta? Si tratta di tutte quelle aree naturali che lo Stato o la regione hanno deciso di tutelare e salvaguardare in quanto ritenute delle vere e proprie bellezze, come se fossero un’opera d’arte.

In realtà, nessuna legge impone il divieto di utilizzare il cercametalli in queste zone, quindi perché dobbiamo tenere conto di questo vincolo? Essendo queste aree protette dal punto di vista naturalistico, non sarà possibile deturparle in alcun modo. Non sarà quindi possibile effettuare le buche, nemmeno piccole, nemmeno manualmente. Attenzione quindi a non sottovalutare i divieti presenti nei parchi e nelle aree protette. Anche questo tipo di vincolo viene visualizzato nel piano paesaggistico territoriale regionale.

 

Cosa fare con un Oggetto Ritrovato

Ora conosci la prima parte delle leggi che regolano l’utilizzo del cercametalli in Italia. Perché parlo di prima parte? Perché sino ad ora ho descritto esclusivamente quello che ci permetterà di capire se è possibile effettuare le nostre ricerche in una determinata area o meno. Se volessimo quindi dividere le norme che regolano l’uso del metal detector in Italia in due parti, la seconda parte sarebbe relativa al tipo di ritrovamento che è possibile effettuare. Ora infatti sarà necessario aprire la mente e capire che il ricercatore può trovarsi dinanzi a quattro tipi di ritrovamento.

1)      Il ritrovamento ha più di 50 anni e in base al contesto in cui è stato trovato, ha una certa importanza storica. Tale ritrovamento dovrà essere riconsegnato presso il più vicino ufficio della Soprintendenza entro 24 ore dal ritrovamento. Una cosa importante di cui non si parla molto è: hai trovato il primo oggetto? E’ da riconsegnare? Ferma immediatamente le tue ricerche. Se hai trovato un oggetto da riconsegnare e stai continuando le tue ricerche, stai violando la legge. Un’altra cosa importante: hai trovato un oggetto ma non conosci la sua importanza o la sua provenienza storica, cosa fare? Se sospetti che si possa trattare di un bene archeologico ferma immediatamente le ricerche e consegna tale oggetto alle autorità. Loro sicuramente sapranno dirti se si tratta di un bene archeologico o meno, solo così avrai sempre la coscienza pulita.

2)      L’oggetto che hai trovato è pericoloso. Può essere il caso di un oggetto trovato nei luoghi in cui vi sono stati alcuni scontri della prima o della seconda guerra mondiale. Il rischio di trovare un ordigno bellico ancora funzionante o di munizioni pericolose è molto alto. Cosa devi fare quindi se con il tuo cercametalli ti imbatti in un ritrovamento del genere? Innanzitutto devi smettere immediatamente di scavare. Mettiti ad una distanza di sicurezza e avvisa del pericolo le eventuali persone che potrebbero essere in zona. Dopo esserti messo in totale sicurezza devi contattare immediatamente le forze dell’ordine. Potrei quindi chiamare a tua scelta i carabinieri, la polizia di Stato o i vigili del fuoco. Prima di chiamare cerca di individuare nel miglior modo possibile la tua posizione, magari utilizzando un Gps, in modo tale da far capire immediatamente alle forze dell’ordine dove è situato l’ordigno. Da quel momento in poi tu avrai compiuto il tuo dovere e il problema passerà nelle mani delle forze dell’ordine che si occuperanno di allertare gli artificieri.

3)      Hai trovato un oggetto che ha meno di cinquant’anni ma che può avere un valore economico. Questo il caso del ritrovamento di un cellulare, di un orologio o di un oggetto in oro. Ritrovare un oggetto del genere non fa di te il suo proprietario. Qui entra in gioco infatti, ancora una volta, la legge italiana. Il ritrovamento di questo oggetto infatti dovrà essere denunciato alle autorità. Se entro un anno dalla data del ritrovamento il legittimo proprietario non denuncerà la sua scomparsa, questo oggetto diventerà automaticamente di proprietà di colui che l’ha trovato. Se invece durante questo anno il proprietario denuncerà la scomparsa di tale oggetto, a chi l’ha trovato spetta un premio pari al 10% del valore del ritrovamento.

4)      Se l’oggetto che hai trovato non rientra in nessuna delle tre categorie sopra citate ed avevi il consenso del proprietario del terreno ad effettuare le tue ricerche con il cercametalli, potrai considerarti legittimo proprietario.

Tutto quello che puoi leggere in questo articolo è in realtà una sintesi su tutto quello che gira intorno al mondo del metal detecting. Per maggiori informazioni che il consiglio di leggere tutto quello che è presente nella sezione leggi italiane del nostro portale.

 

Come si Usa

La Tecnica Corretta

Quando si utilizza il metal detector ognuno è libero di spazzolare come meglio crede, cioè ogni operatore può utilizzare la tecnica che più gli aggrada.

Esistono diverse tecniche di ricerca, alcune molto simili tra loro. Quella che sto per descrivervi è una delle tecniche di ricerca più utilizzate dai cercatori di metalli.

Bestseller No. 1
Nokta Makro Simplex Metal detector impermeabile con bobina da 28 cm
  • IP68: si può immergere completamente fino a 3 metri ed è sigillato dalla polvere.
  • Volume del ferro: la sensibilità al basso contenuto di ferro può essere regolata o azzerata.
  • Discriminazione dei sensori: rileva e identifica i metalli indesiderati.
  • Modalità di ricerca: tutti i metalli/in un campo/al parco/in spiaggia.
  • Favolosa illuminazione per uso notturno e subacqueo: il Simplex+ ha tutto ciò di cui avete bisogno, retroilluminazione LCD, retroilluminazione del tastierino e torcia LED.

Dopo aver captato un oggetto, bersaglio, fate ciò che segue:

  • camminare intorno all’oggetto, bersaglio;
  • mentre si gira intorno all’oggetto, continuate a spazzarci sopra con la piastra;
  • spazzare ogni 30° o 40° del cerchio che si sta creando.

Se la tonalità non cambia ed il valore dell’identificazione del bersaglio e consistente, mentre si gira intorno al bersaglio si può avere una certa sicurezza sull’identità dell’oggetto.

Se il tono o l’identificazione cambiano mentre si gira, si potrebbe trattare di oggetti, di obiettivi multipli di forma irregolare.

Se il tono sparisce completamente, con angolazioni diverse, l’oggetto ritrovato potrebbe essere un rifiuto o un metallo di poco valore, per esempio di materiale ferroso.

Se si è alle prime esperienze con un metal detector il miglior consiglio è quello di scavare tutti gli oggetti che vengono individuati dal cercametalli. Solo con la pratica diretta sul campo si potranno correlare i segnali delle risposte a audio e visivi dei bersagli con certi tipi di oggetti di metallo.

 

Centramento del Target tramite il Pinpoint

Una volta che la piastra ha individuato un target che ci sembra essere buono e quindi intendiamo scavarlo è possibile utilizzare il pinpoint per avere una posizione dell’oggetto ancora più precisa in modo tale da evitare di scavare delle buche enormi.

Premetto che non tutti i metal detector sono in possesso di un pinpoint interno, ma avere questa funzione permette soprattutto ai ricercatori principianti di velocizzare l’attività di ricerca e di scavo di oggetti metallici.

La funzione pinpoint, quindi di centramento, si utilizza per trovare l’esatta posizione del bersaglio. In alcuni cercametalli, utilizzando questa funzione, è possibile avere ulteriori informazioni sull’oggetto individuato come ad esempio la forma, la misura dell’oggetto o la distanza che vi è tra la piastra e il metallo individuato.

Per utilizzare al meglio il pinpoint vi consiglio di eseguire tali manovre:

  • posizionare la piastra che sfiora quasi il terreno;
  • azionare la funzione pinpoint;
  • muovere la piastra lentamente sopra l’oggetto.

Se il metal detector è dotato di display è probabile che venga indicata la distanza (in pollici) che intercorre tra la piastra di ricerca e l’oggetto individuato. Se non è presente un display ci si dovrà regolare esclusivamente dalla potenza del suono, il target si trova direttamente sotto la piastra (solitamente al centro) quando il suono è più forte.

Bestseller No. 1
Maxxistore® - Xp Xplorer metal detector Deus 2 FMF multifrequenza (Piastra da 9"/22.,5)
  • Cosa comprende l'offerta:
  • nr. 01 Xp Xplorer metal detector Deus II FMF multifrequenza (Piastra da 9"/22.,5)
  • nr. 01 Cuffie WS6
  • nr. 01 Cavo di ricarica
  • nr. 01 Cover telecomando RC