Metal Detector Spiaggia

Metal Detector Spiaggia, si può Usare? E’ Legale? si può Andare?

Cosa è possibile fare in spiaggia con un cercametalli? A quali oggetti sarà possibile andare incontro? Stiamo parlando di un qualcosa di legale? Cosa sarebbe opportuno fare prima di iniziare le ricerche? Rispondiamo a queste domande, le risposte saranno davvero molto utili per i principianti e per tutti quelli che hanno deciso che forse è il caso di dedicarsi a questo meraviglioso hobby.

Bestseller No. 1
Nokta Makro Simplex Metal detector impermeabile con bobina da 28 cm
  • IP68: si può immergere completamente fino a 3 metri ed è sigillato dalla polvere.
  • Volume del ferro: la sensibilità al basso contenuto di ferro può essere regolata o azzerata.
  • Discriminazione dei sensori: rileva e identifica i metalli indesiderati.
  • Modalità di ricerca: tutti i metalli/in un campo/al parco/in spiaggia.
  • Favolosa illuminazione per uso notturno e subacqueo: il Simplex+ ha tutto ciò di cui avete bisogno, retroilluminazione LCD, retroilluminazione del tastierino e torcia LED.

La spiaggia è uno dei luoghi ideali dove iniziare le proprie ricerche con il metal detector. In spiaggia infatti la mineralizzazione si fa sentire esclusivamente sulla parte bagnata, ossia in battigia.

Cerchiamo di chiarire a chi vuole avvicinarsi a questo hobby di cosa stiamo parlando. Il metaldetector, in fase di ricerca, utilizza delle onde radio.

Queste vengono trasmesse e ritornano indietro se incontrano nel loro percorso un oggetto metallico. Alcuni tipi di terreno, se fortemente mineralizzati, possono causare interferenze ad alcuni cercametalli, specialmente se non professionali. Sulla sabbia asciutta questo problema diminuisce e talvolta si azzera e questo consente anche ad apparecchi poco potenti di poter effettuare delle ricerche con la massima tranquillità.

Usare il metal detector in spiaggia è legale? Si, l’uso del MD è legale, sia che si tratti della spiaggia che di altre zone. L’importante è che non si utilizzi nelle aree sottoposte a vincolo. Esistono infatti delle zone protette dove vi è il divieto assoluto di utilizzo del metal detector, come ad esempio lo sono le zone archeologiche. Altre zone invece, come ad esempio i parchi, sono sotto tutela ambientale e non è possibile usare il cercametalli in quanto non si avrebbe poi la possibilità di scavare una buca.

Bestseller No. 1
Metal detector Fisher F44
  • Massima sensibilità per metalli preziosi come oro, argento, bronzo, Nichel, Titanio ecc.
  • Spettro di conduttanza a 9 segmenti per una veloce rilevazione degli oggetti.
  • Frequenza di funzionamento: 7,69 kHz.
  • Ultra leggero, solo circa1,1 kg.
  • Bobina di ricerca triangolare, ad alte prestazioni, impermeabile, concentrica, da 29 cm.

Prima di effettuare le ricerche in una zona è sembra buona abitudine verificare se questa è sottoposta ad alcuni vincoli. Spesso potrebbe sfuggire il pensiero che anche una spiaggia potrebbe essere sottoposta ad un vincolo archeologico.

Alcuni potrebbero chiedersi come fa ad esserci vicino al mare qualcosa di archeologico? La risposta è invece abbastanza semplice, potrebbero essere stati ritrovati in zona dei resti di una villa romana, o magari quella spiaggia un tempo era un antico porto utilizzato per gli scambi commerciali e rappresenta pertanto un importante patrimonio per tutti.

 

Cosa possiamo trovare in spiaggia con un Metal Detector

Non vi nascondo che purtroppo la maggioranza delle coste italiane sono piene di spazzatura, soprattutto se si va nelle zone trascurate dai comuni. L’incubo di ogni cercatore sono infatti gli strappi delle lattine. Purtroppo l’alluminio non è discriminabile, o meglio non conviene in quanto gli oggetti in oro vengono identificati con lo stesso segnale. Oltre a tanta spazzatura però, è possibile ritrovare le monetine che i bagnanti solitamente perdono durante la bella stagione.

Per quanto riguarda eventuali oggetti, soprattutto quelli preziosi come quelli in oro o argento c’è da fare una piccola avvertenza: non sono di chi li scopre. Per la legge italiana infatti, un oggetto ritrovato deve essere denunciato presso le autorità presso l’ufficio degli oggetti smarriti. Qualora nessuno reclami tale oggetto, diventerà in un secondo momento di proprietà di chi lo ha trovato.

Anche in spiaggia con il metal detector è possibile imbattersi in qualcosa di molto antico. Nel caso in cui l’oggetto ritrovato abbia un’età superiore ai 50 anni ed è ritenuto di una cerca importanza storica nel contesto in cui viene ritrovato dovrà, per obbligo di legge, essere consegnato presso l’ufficio della Soprintendenza più vicino entro 24 ore.

Se l’oggetto ritrovato vi porterà dei dubbi è preferibile presentarlo sempre presso le autorità competenti, che decideranno poi se lasciarvi l’oggetto o trattenerlo. Qualora l’oggetto dovesse essere trattenuto dalle autorità, a colui che l’ha ritrovato potrebbe spettare un premio.

 

Come Comportarsi in Spiaggia durante le Ricerche

Cosa è possibile trovare con un cercametalli in spiaggia? Il sogno di ogni cercatore sarebbe quello di trovare un oggetto prezioso, come un oggetto in oro o argento, magari con qualche pietra importante sopra. Attenzione però, qualora si dovesse trovare un oggetto simile, questo dovrà essere segnalato presso l’Ufficio Oggetti smarriti più vicino, tramite una denuncia di rinvenimento. Qualora nessuno dovesse denunciare lo smarrimento di questo oggetto, questo vi sarà restituito e diventerete poi proprietari dello stesso a tutti gli effetti.

Oltre ad eventuali oggetti di valore, che sono sempre più rari da trovare, in spiaggia è possibile trovare delle monetine. Ogni anno in spiaggia si recano migliaia di bagnanti e prima o poi qualcuno si ritrova a perdere monete da centesimi o qualche euro. Anche il cercametalli più economico riesce a trovare le monetine in spiaggia, a patto che queste non siano ad una profondità elevata.

Logicamente, e aggiungerei purtroppo, queste non sono le uniche cose che si possono trovare durante le ricerche in spiaggia con un metal detector. Non vi nascondo infatti che alcune delle nostre spiagge sono davvero molto sporche, a causa di alcuni bagnanti incivili che invece di buttare i rifiuti negli appositi contenitori, li abbandonano sulla sabbia.

Chi è detectorista già da diverso tempo ed ha avuto occasione di andare ad effettuare delle ricerche sulla sabbia conosce infatti molto bene che è abbastanza frequente trovare oggetti come tappi di bottiglia o carta in alluminio. Se volete spazzolare in spiaggia, vi consiglio di andare a divertirvi nei periodi dove non sono presenti i bagnanti o comunque negli orari in cui non recherete nessun disturbo ai presenti. Così facendo eviterete anche le solite domande dei curiosi, su quello che state facendo e su quello che state cercando.

Ricordate inoltre che alcune spiagge sono a vincolo archeologico, in quanto magari li un tempo sorgeva un antico porto romano, greco o di qualche altra antica civiltà. Prima di organizzare un’uscita quindi ricordatevi sempre di controllare se il posto in cui andrete sia tutelato da qualche tipo di vincolo.

E’ possibile ritrovare in spiaggia qualcosa che abbia un certo interesse storico? La risposta è si, il mare è ricco di storia e dopo una mareggiata potrebbe essere possibile che sulla spiaggia possa arrivare qualcosa che per secoli è stata nascosta. In questo caso dovrete avvertire entro 24 ore la più vicina Soprintendenza del ritrovamento effettuato.

Infine, ricordate che oltre alle leggi Italiane c’è da mantenere un certo comportamento, c’è quindi da rispettare un certo codice etico e morale. Ricordate quindi di portare via e di gettare negli appositi bidoni tutti gli eventuali rifiuti che troverete. Chiudete tutte le buche, ricordate che da li potrebbe passare qualcun altro, magari anche un bambino, inciampare e farsi del male.

 

Quando Andare in Spiaggia con il Metal Detector

Quello che segue è un mix di alcune conversazioni prese dal vecchio forum di metal detecting e sono tutte inerenti alla ricerca in spiaggia con il nostro caro e fidato amico cercametalli. Vedremo quindi insieme, anzi leggeremo, quando secondo i nostri cari vecchi utenti si dovrebbe andare in spiaggia, come funziona il metal detector Garrett At Gold in battigia e come va il Garrett At Pro sulla sabbia.

 

Quando andare in spiaggia

Vorrei un consiglio da voi esperti, per spazzolare le spiagge è meglio la sera o la mattina presto?? grazie!

Dipende dalle zone, da quanto e quando sono frequentate, e dai gusti personali!

Un mio amico portava sempre con se due sacchetti …uno ci metteva tappi barattoli ed anche siringhe, poi nell’altro sacchettino ci metteva tutto quello che trovava che poteva avere valore, a fine stagione aveva riempito qualche barattolo di vetro di bigiotteria e barattoli di monete di vario tipo, ma aveva trovato anche parecchi oggetti di valore come monili d’oro e monili di argento, quindi conviene il momento buono per la ricerca in spiaggia e prima che passi il trattore del Comune o privato che rastrella tutto ,controlla gli orari dei passaggi.

Il consiglio appena scritto dovrebbe essere la REGOLA di ogni buon detectorista…unire UTILE al DILETTEVOLE…dopotutto il lavoro più grande lo si fa scavando…una volta trovato il target, buono o cattivo esso sia, è un attimo raccoglierlo.
Specialmente in spiaggia…dove oltretutto i posti vengono ribattuti spesso e quindi, al di là del gesto ecologico, ciò che lasciamo a terra oggi lo riscaviamo domani.

 

Come va l’ At Gold in spiaggia?

Ciao a tutti vorrei comprare At Gold però prima vorrei saperne di più. Lo utilizzerei in spiaggia, c’è qualcuno che potrebbe aiutarmi a saperne di più.

Il sistema di bilanciamento automatico dell’AT GOLD non può raggiungere il punto di compensazione della mineralizzazione salina. In altre parole, in battigia o in leggera immersione, falsi segnali a valanga. Nessun problema invece in sabbia asciutta.

 

Metalli nobili e At Pro

Ciao a tutti, ho un Garret AT Pro. Provato sulla spiaggia ma si sentono suoni diversi ,a parte che ho selezionato togliendo le lattine ma rimangono comunque gli stessi suoni . Vorrei solo un consiglio per impostare la ricerca solo per metalli nobili e non carta stagnola.

Iron disc a 35,iron audio disattivato e il mode mettilo su coins! Comunque vicino a l’acqua salata non va bene, lo dice anche il produttore!

 

Per quello che riguarda il periodo migliore su quando andare in spiaggia con il metal detector, a mio avviso, ci si dovrebbe recare quando la spiaggia è deserta o quasi. Durante l’inverno non vi saranno grandi problemi nel trovare le spiagge vuote ma come tutti sapranno ( o quasi tutti ) i migliori bottini al mare si beccano durante la stagione estiva. Dato che l’estate è un via vai continuo, per non infastidire i bagnanti e per non essere infastiditi noi ricercatori da loro, l’ideale sarebbe quello di scegliere le ore serali (la cosiddetta uscita in notturna) o le prime ore del mattino, magari tra le 5 e le 7 (sono orari che d’estate si possono fare, vi garantisco che è anche piacevole, l’importante è riuscire ad alzarsi dal letto!).

Si può Andare in Spiaggia con il Metal Detector?

Un pò di tempo fa avevo letto una domanda di un utente che chiedeva se secondo gli altri ricercatori più esperti era meglio andare in spiaggia con il metal detector la sera o la mattina presto.

Tra le prime risposte, diversi detectoristi hanno commentato dicendo che la risposta a tale quesito poteva dipendere principalmente da quanto e da quando sono frequentate le spiagge che ci interessano e soprattutto dai propri gusti personali. C’è infatti chi preferisce utilizzare il proprio metal detector prettamente di giorno ma c’è anche chi utilizza con piacere il cercametalli anche di notte o in tarda serata, ma comunque sempre al buio.

Bestseller No. 1
Nokta Makro Simplex Metal detector impermeabile con bobina da 28 cm
  • IP68: si può immergere completamente fino a 3 metri ed è sigillato dalla polvere.
  • Volume del ferro: la sensibilità al basso contenuto di ferro può essere regolata o azzerata.
  • Discriminazione dei sensori: rileva e identifica i metalli indesiderati.
  • Modalità di ricerca: tutti i metalli/in un campo/al parco/in spiaggia.
  • Favolosa illuminazione per uso notturno e subacqueo: il Simplex+ ha tutto ciò di cui avete bisogno, retroilluminazione LCD, retroilluminazione del tastierino e torcia LED.
Bestseller No. 1
Metal detector Fisher F44
  • Massima sensibilità per metalli preziosi come oro, argento, bronzo, Nichel, Titanio ecc.
  • Spettro di conduttanza a 9 segmenti per una veloce rilevazione degli oggetti.
  • Frequenza di funzionamento: 7,69 kHz.
  • Ultra leggero, solo circa1,1 kg.
  • Bobina di ricerca triangolare, ad alte prestazioni, impermeabile, concentrica, da 29 cm.

Uscita in Notturna

Logicamente se si vuole effettuare un’uscita in notturna sarà necessario prepararsi al buio e quindi sarà necessario munirsi di una torcia e di alcune batterie in più, non si sa mai che quelle già presenti nella torcia possano lasciarci al buio proprio nel bel mezzo di una spazzolata perchè scariche.

Per quanto riguarda il display del proprio metal detector sarebbe meglio che questo fosse retroilluminato, magari con la possibilità di regolare la luminosità del display, in modo tale che l’utilizzatore possa aumentare o diminuire la luce del metal detector a proprio piacimento. Se il proprio display non possiede questa funzione è consigliabile applicare una piccola torcia al di sopra di esso, in maniera che sia costantemente illuminato.

 

Miglior Risposta

Ma torniamo al quesito iniziale e parliamo di una delle risposte che più mi è piaciuta. Un altro collega detectorista consigliava infatti di andare in spiaggia quando si preferisce (e fin qui nulla di così eclatante, ma continuava..) e di portare con sè due sacchetti: il primo sacchetto sarà utilizzato per inserire tutto quello che viene ritenuto spazzatura (dato che gran parte delle nostre spiagge, soprattutto quelle libere, ne son piene) come tappi, strappi di lattina, barattoli e siringhe (si, si possono trovare anche quest’ultime quindi prestate la massima attenzione, specialmente se uscite in notturna); il secondo sacchettino sarà utilizzato per conservare tutti gli oggetti ritenuti di valore e logicamente le eventuali monetine in euro che è facile trovare, soprattutto dopo un’affollata domenica in spiaggia.

Divertimento ed Ecologia

Il consiglio di utilizzare i due sacchetti dovrebbe essere una delle principali regole del metal detectorista in quanto in questa maniera è possibile unire al nostro hobby sia l’utile che il dilettevole. Se da una parte è possibile infatti divertirsi con il proprio hobby e magari trovare qualche monetina che ripaghi almeno i soldi spesi in carburante, dall’altra possiamo ripulire le spiagge dai rifiuti lasciati dai bagnanti incivili.

Ricordate che infine il gesto più faticoso è scavare e che una volta che l’oggetto è stato prelevato dalla sabbia, riporlo nell’apposito cassonetto dei rifiuti non vi costerà poi tanta fatica. E ricordate inoltre che un oggetto rimosso oggi, non sarà riscavato domani.

Con questo cosa voglio dire? Che se siete degli abitudinari della spiaggia e passate con una certa frequenza nelle stesse zone, se lascerete nella sabbia un rifiuto prima o poi lo riscaverete e farete il doppio della fatica. Ricordate quindi di raccogliere i rifiuti e di gettarli sempre negli appositi contenitori, in questo modo compierete il giusto gesto ecologico ed eviterete di scavare lo stesso oggetto anche il giorno dopo.

Bestseller No. 1
Maxxistore® - Xp Xplorer metal detector Deus 2 FMF multifrequenza (Piastra da 9"/22.,5)
  • Cosa comprende l'offerta:
  • nr. 01 Xp Xplorer metal detector Deus II FMF multifrequenza (Piastra da 9"/22.,5)
  • nr. 01 Cuffie WS6
  • nr. 01 Cavo di ricarica
  • nr. 01 Cover telecomando RC

Metal Detector in Spiaggia di Notte

Mi sta capitando sempre più spesso di leggere sia su vari forum che su diversi gruppi di Facebook che sono sempre di più i metal detectoristi che amano spazzolare di notte.

Cosa ne penso io delle uscite in notturna? Ebbene, quello che esporrò ora è un mio parere personale, pertanto non andrà inteso come legge o normativa, ma come un mio personale pensiero.

Uscite in notturna con il metal detector, si o no? Ni. Se per uscire a spazzolare con il proprio cercametalli di notte significa andare in un luogo dove di giorno vi è troppa gente e quindi si potrebbe arrecare fastidio ai presenti, sono d’accordissimo. Parliamo comunque di luoghi dove si ha il permesso a spazzolare, o comunque dove non si necessita di un’autorizzazione per effettuare le proprie ricerche.

Un esempio? La ricerca in spiaggia. In inverno, se vogliamo effettuare le ricerche in spiaggia, possiamo andare, salvo in alcuni casi, in qualsiasi ora del giorno. Se invece vogliamo andarci in estate, sarà inevitabile imbattersi nei bagnanti. Anche se prestassimo attenzione, potremmo sempre infastidire qualcuno, o ancora più probabile, potremmo essere noi ad essere “infastiditi” dai soliti impiccioni di turno. Se quindi qualcuno in estate in spiaggia, preferisce uscire in notturna con il metal detector, proprio per evitare gli altri, sono pienamente a favore di tale scelta.

Se invece si vuole uscire di notte nei campi o in altre zone il discorso, a mio parere cambia. Non dico che uscire al buio significhi andare obbligatoriamente a compiere qualcosa di illecito, ma così sembra. Vi faccio un esempio, ma per capirlo dovrete uscire dalla mentalità del detectorista e pensare come una persona comune. Se alle 2 di notte passate in una zona oscura, magari nella periferia, poco lontano dal centro abitato, dove iniziano i primi campi e trovate un uomo armato di torcia e di metal detector cosa pensereste?

Potrebbe anche trattarsi di un hobbista che in buona fede, per mancanza di tempo (perché magari lavora tutto il giorno e solo la notte riesce ad avere un po’ di tempo libero da dedicare al metal detecting) si trova li a spazzolare senza alcuna intenzione di violare la legge. Ma agli occhi della gente comune, tale soggetto sarà sicuramente scambiato per un “tombarolo”.

Io, personalmente, odio questo termine, lo odio vivamente in quanto ogni volta che uno di questi soggetti viene (giustamente) fermato dalle forze dell’ordine, la stampa e l’opinione pubblica fanno presto a fare di tutta un’erba un fascio e puntare il dito su tutti coloro che utilizzano il metal detector nel pieno rispetto di tutte le leggi vigenti e del nostro codice etico e morale.

Proprio per evitare tutto questo, il mio consiglio, che ripeto ancora una volta è del tutto personale (proprio per questo è un consiglio) è quello di non effettuare le ricerche in notturna, se non in spiaggia.

Un’altra piccola ma importante considerazione: se volete effettuare ricerche di militaria, non andate mai di notte. Se state effettuando questo tipo di ricerca, in teoria, dovreste essere in un’area dove si è svolta una delle due guerre mondiali. Questo significa che in quella zona è possibile effettuare ritrovamenti di vario genere, compresi oggetti metallici pericolosi. E’ il caso degli ordigni bellici, che già possono essere pericolosi se trovati di giorno, figuriamoci se dovessero essere scoperti al buio.

E tu come la pensi? Sei a favore o contrario alle uscite in notturna con il metal detector?