Tesori Nascosti

Tesori Nascosti e Perduti non Ancora Ritrovati

I Tesori più Ricercati nel Mondo: ecco la lista di quei tesori ancora nascosti, o almeno ritenuti tali, sparsi per tutto il mondo. Diversi sono i ricercatori partiti alla ricerca di questi tesori, scopriamo insieme quali sono.

Il sogno di tutti gli utilizzatori del metal detector è quello di trovare un tesoro. Esistono, sparsi in tutto il mondo, diversi tesori scomparsi e costantemente ricercati.

Grazie ai racconti storici ed ad alcune leggende siamo riusciti a creare una sorta di classifica dei 10 tesori più ricercati in tutto il mondo:

  • Il tesoro dei Templari (XIV secolo). Le ricchezze accumulate dai cavalieri Templari scomparvero da Parigi nell’ottobre del 1307. La loro reale esistenza sembra provata da documenti del tempo. Nessuna traccia del tesoro è mai stata ritrovata, ma l’imputato per la sparizione è Filippo il Bello, re di Francia che li perseguitò.
  • L’oro dei nazisti (1939 – 1945). Si dice che i nazisti avessero nascosto banconote e oro nel lago Toplitz (Austria). Molti sub hanno perso la vita nella loro ricerca.
  • Le offerte di Guatavita (1200 – 1500). Per la leggenda il popolo Indio dei Muisca offriva oro agli dei nella laguna di Guatavita (Colombia): nacque così il mito di El Dorado.
  • La Camera d’ambra (1941). Un’intera stanza rivestita d’ambra dal 1770 era il gioiello della residenza degli zar: i nazisti ne rubarono i pannelli, in parte mai ritrovati.
  • I galeoni spagnoli di Cuba (1715). Una flotta spagnola di 12 navi cariche di oro e argento scomparve al largo dell’Avana, a Cuba. Nessuno sa indicare esattamente dove.
  • Il bottino delle Filippine (1945). Molti filippini sono convinti che i giapponesi, quando gli americani invasero l’arcipelago, abbiano nascosto oro sull’isola di Luzon.
  • Norman Island (1750). I pirati seppellirono qui 55 forzieri d’argento ispirando il romanzo “L’isola del tesoro”. Solo una parte è stata ritrovata nel corso degli anni.
  • Il tesoro del Capitano Kidd (1701). Il noto pirata cercò di evitare la pena capitale rivelando dove aveva nascosto il suo favoloso tesoro. Ma forse indicò un falso nascondiglio.
  • L’oro rubato da Cortès (1520). Quando gli Aztechi riconquistarono la città di Tenochtitlan (Messico), Cortès, si dice, nascose un tesoro nelle paludi nei paraggi.
  • Il mistero del pozzo (1795). Il ritrovamento di un misterioso pozzo (forse solo un fenomeno naturale) attira da due secoli a Oak Island, in Canada, cacciatori di tesori. Puoi approfondire leggendo la leggenda del Tesoro di Oak Island.

Ora, se sei davvero un utilizzatore del metal detector e quindi un cercatore di tesori, starai sicuramente viaggiando in uno dei posti appena elencati, almeno con la fantasia. Purtroppo per il momento non ho trovato nulla che riguardi vecchi tesori nascosti in Italia.

In ogni caso, vorrei ricordarvi che in Italia l’uso del metal detector deve essere fatto seguendo la normativa vigente che prevede, in sintesi, di stare alla larga dalle zone considerate archeologiche e che, in caso di ritrovamento fortuito di un oggetto che abbia più di 50 anni e che abbia una certa importanza storica in base al contesto in cui è stato ritrovato, questo dovrà essere consegnato presso l’ufficio della Soprintendenza più vicino.

Nel mondo ci sono dei tesori destinati a restare nascosti per il resto della loro vita. Sono molti però coloro che inseguono il sogno di riuscire a trovarne almeno uno e spesso queste ricerche portano via anni e anni senza però alcun risultato.

Ma questo è anche il bello della ricerca: impiegare tutte le proprie risorse per arrivare lì dove nessuno e mai arrivato e riscoprire tesori nascosti ed irraggiungibili. In quest’articolo scopriremo insieme quattro dei tesori nascosti e ad oggi non ancora ritrovati.

Il Tesoro di Leon Trabuco

Leon Trabuco era un milionario che tentò di raddoppiare le sue ricchezze agli inizi degli anni Trenta, sfruttando la depressione americana. Si narra che ingaggiò un pilota chiamato Red Moiser per effettuare una perlustrazione del deserto del New Mexico alla ricerca di un punto nascosto per seppellire il suo tesoro.

Vennero trasportate lì tonnellate di oro, in 16 diversi voli e nonostante 35 anni di ricerche da parte del cercatore d’oro Ed Foster il tesoro non è stato ancora scoperto. Ed Foster ritenne però di essere riuscito a trovare la pista di atterraggio, utilizzata dal pilota per i suoi viaggi, nel deserto di Farmington.

 

Il Tesoro dei Cavalieri dei Templari

Parliamo di uno dei tesori nascosti più conosciuto, anche perché è stato d’ispirazione a molte storie cinematografiche: uno tra i film più famosi è certamente “Il Codice Da Vinci”.

Quando parliamo del tesoro dei Templari facciamo riferimento alle ricchezze che un tempo si trovavano all’interno del Tempio di Gerusalemme e che sono sparite avvolgendo tutto in un alone di mistero.

Si pensa sia stata opera dell’ordine dei cavalieri dei Templari, nato nel Medioevo, e che tra tutto il tesoro trovato vi fosse anche il Sacro Graal o Sangral, ovvero il calice con cui, secondo la tradizione, Gesù celebrò l’ultima cena.

Sono molte le leggende che ruotano attorno a questo mistero e l’ipotesi più sostenuta è quella che il tesoro sia stato trasferito e sepolto nella Cappella di Rosslyn.

Bestseller No. 1
Nokta Makro Simplex Metal detector impermeabile con bobina da 28 cm
  • IP68: si può immergere completamente fino a 3 metri ed è sigillato dalla polvere.
  • Volume del ferro: la sensibilità al basso contenuto di ferro può essere regolata o azzerata.
  • Discriminazione dei sensori: rileva e identifica i metalli indesiderati.
  • Modalità di ricerca: tutti i metalli/in un campo/al parco/in spiaggia.
  • Favolosa illuminazione per uso notturno e subacqueo: il Simplex+ ha tutto ciò di cui avete bisogno, retroilluminazione LCD, retroilluminazione del tastierino e torcia LED.

Il Tesoro dei Faraoni

Gli Egizi furono uno dei popoli più ricchi della storia del passato. Sono moltissimi i tesori dei faraoni ancora inesplorati e per capire la grandezza delle loro ricchezze basta pensare ai tesori che invece sono stati ritrovati fino al giorno d’oggi.

Uno fra tutti il tesoro ritrovato all’interno della tomba di Tutankhamon. Era il 1922 quando venne scoperta e dal giorno del ritrovamento servirono circa 10 anni per completare lo scavo e catalogare tutti i tesori che componevano il corredo funerario del faraone.

 

La Sala d’Ambra

Viene chiamata anche con il nome di “settima meraviglia” ed è una stanza completamente ricoperta d’Ambra creata, nel 1770, per Federico I di Prussia e donata successivamente a Pietro il Grande di Russia.

Durante la Seconda Guerra Mondiale e precisamente durante l’attacco tedesco, i sovietici non riuscirono ad asportare tutti i pannelli d’ambra e vista l’emergenza coprirono le pareti con della carta da parati per evitare scheggiature. Ma nel 1941 la camera venne smontata dai nazisti e alla fine del conflitto non se ne seppe più nulla. Il suo valore stimato si aggira tra 9 170 ed i 300 milioni di euro.